Leggi e commenta pubblicamente (senza registrazione) le poesie sul blog "Una poesia al giorno"

AL LARGO

Nudo davanti a te
tuttavia avvolto
nella fragile esistenza.
Da lontano illuminerai
quell’angolo tra i quattro pini,
dove la canicola
avrà forse pietà di me.
Ascolterai di nuovo
il grido molesto
di quella cascata,
dove l’acqua scivola appena
sulle tue labbra,
e non lava via
la tua aridità.
In mare aperto
ti ritroverò,
senza più ripugnanti meduse
a sagomarti da lontano,
e acqua salata
da mandare giù.
E grande ti staglierai
fin laggiù
dove i delfini
non hanno paura.

Andrea Mucciolo


Torna a Poesie

Invia un commento ad Andrea Mucciolo