MINI RACCONTI

di Andrea Mucciolo


AMORE MALORE

“Oh mia consorte adorata, ma cosa vuoi di più, la luna?!”
“Sì, voglio la luna!”, rispose Giada.
Così Ludovico andò su nel cielo e catturò al lasso la luna.
“Ah… ma quanto sei pesante!”, esclamò mentre la trascinava giù.
“E lasciami stare!”, rispose il satellite, “io devo rischiarare il cielo stellato, se mi porti via, chi mai lo farà? Mettimi giù!”
“Sta’ zitta luna, è per la mia amata, lei solo illuminerai d’ora in poi”. Ludovico infine arrivò a casa, distrutto, logoro, e chiamò Giada.
“Guarda Giada, ti ho portato la luna!”
“Oh Ludovico, mio diletto… ora che la vedo qui, m’accorgo che brutta assai è, e per niente luminosa poi, come io solevo credere a guardarla nel cielo… ciao Ludovico… andrò da qualcuno che mi darà il sole…”.
“Oh mendace illusione del poeta!”, sbottò Ludovico.

E Ludovico rimase solo, con la luna imbronciata che non brillava.

Andrea Mucciolo

Torna a Mini Racconti

Invia un commento ad Andrea Mucciolo