IL MOLO

Sabbia bagnata
non scivola
tra le pieghe
del mio male eclissato.
Acqua salata
aggiunge sapore
a una lacrima mai versata.
Frangenti
chiassosi
senza rispetto
per il silenzio dell’abisso.
Se un piccolo granchio
procede
placido
ai miei piedi,
accenno
un sorriso.

L’infinito
mi convocherà
e allora
lo so già
che rivedrò
le barche
lasciare il molo.

Andrea Mucciolo


Torna a Poesie

Invia un commento ad Andrea Mucciolo