PRINCIPE DEL TUO CASTELLO

Cadono ricordi angosciati
e frantumano
il maledetto specchio.
Sette anni di disgrazie
già li ho avuti
non importa
va’ pure, dal tuo principe
guerriero,
meglio di me
saprà usare
la sua lancia
per trafiggerti
il cuore.

Ma io
riderò
quando in Fenice
il mio corpo
di sottecchi muterà,
e con me brucerà
tutto il castello
delle tue passioni
future, e di speranza moribonda
umido
e trasudante.

Da lontano,
si sente che è rimasto
soltanto il profumo,
delle mele cotogne.

Andrea Mucciolo


Torna a Poesie

Invia un commento ad Andrea Mucciolo